La gestione del progetto include tutte le necessarie operazioni di amministrazione, organizzazione, rendicontazione, supervisione, controllo e monitoraggio del progetto condotte da ciascuno degli enti partner, così come la produzione dei report e dell’After-LIFE Conservation Plan.

Gestione del progetto
Programma di comunicazione “After LIFE+”
Network con altri progetti

Importantissima azione di scambio di esperienze e di visite con altri progetti Life+ italiani e stranieri coinvolti nella tutela della biodiversità e nella gestione delle piante aliene invasive.

Nell’ambito dell’attività di networking con il Progetto LIFE + “Interventi di conservazione degli habitat delle zone umide costiere nel SIC Zone Umide della Capitanata” (Life 09 NAT/IT/000150), si è tenuto un sopralluogo in una fascia di dune costiere oggetto di una delle attività di recupero del suddetto progetto allo scopo di creare un utile scambio di conoscenze ed esperienze riguardo al trattamento di specie infestanti arboree.

Altro sopralluogo è stato è stato fatto con i partner del progetto Life Ri.Co.Pri. (LIFE09 NAT/IT/000118in una zona dei Monti Ruffi in Lazio particolarmente infestata da piante di ailanto.

Sempre nell’ambito delle attività di networking si è avviata una collaborazione tra il Progetto LIFE Alta Murgia ed il Progetto Resto con Life, un progetto di conservazione che mira alla riqualificazione degli ecosistemi delle isole dell’Arcipelago Toscano.

In particolare, si è tenuta una visita presso il Parco Nazionale Arcipelago Toscano nell’ambito della quale la dott.ssa Casella dell’ISPA ha svolto un sopralluogo sull’Isola di Pianosa presso alcune aree che sono state oggetto di interventi di controllo dell’ailanto. Il sopralluogo è avvenuto in concomitanza con la fase di monitoraggio dei risultati svolta dai responsabili dell’attività nelle aree trattate.

La collaborazione tra i progetti ha, inoltre, previsto lo svolgimento di un seminario formativo pubblico finalizzato ad illustrare i risultati conseguiti, la strategia e le tecniche di controllo dell’ailanto impiegate nel progetto LIFE Alta Murgia. Il seminario, che si è tenuto presso la sede del Parco in Località Enfola, Portoferraio, ha visto la partecipazione di agronomi, operatori di ditte specializzate nella gestione del verde e di cittadini dell’isola proprietari di aree infestate da ailanto.